Amuleto Indo-Mongolo con Durgā ruggente, Turchese, Corallo e Madrepora rossa

STRUTTURA E METALLI

Collana-amuleto su catenina serpentina in Argento 925 placcato oro 21 carati (1 micron) con grani di Madrepora rossa grezza.

Pendenti portafortuna: sasso di Turchese mongolo, placca sbalzata con raffigurazione di protome leonina ruggente e ramo di Corallo Rosso. La placca è un elemento di recupero, interamente rilavorato con tecnica di battitura, deformazione e martellatura.

Tutti i componenti metallici sono anallergici. 

 

Il metallo patina naturalmente con il tempo. È consigliabile non portarlo a contatto con acqua e corrosivi e pulirlo con un po' di Sidol e un panno morbido quando necessario (evitando l'applicazione del prodotto sulla pietra); ritornerà pulito e brillante. Per tutti gli altri consigli d'entretien dei gioielli potete consultare la pagina Care del nostro sito.

 

COLORE delle PIETRE
Turchese: Verde Acqua con inclusioni brune.

Madrepora: Rosso.aranciato screziato

Corallo: Rosso con accenni più chiari alle estremità

 

DIMENSIONI

Misura girocollo: 70 cm

Lunghezza pendenti: da 20 a 40 mm

 

sautoirs della Collezione Marco Polo sono ispirati all'impiego tardoantico delle bracteae, che in queste realizzazioni ho associato alla tradizione degli enkolpia, amuleti e portafortuna in metallo, piccoli oggetti e pietre preziose da legare al collo, particolarmente diffusi in tutto l'Oriente mediterraneo bizantino sia pagano che cristiano. 

 

 

🌿 SIMBOLISMO DELLA PIETRA - TURCHESE

Con l’Ambra, il Corallo rosso e la Labradorite, il Turchese è tradizionalmente considerato una delle pietre protettive più potenti, sia nelle culture Micro e Centro-Asiatiche che in quelle Nord e Sud-Amerinde: qui viene impiegato sia per la protezione degli animali più cari che dei bambini in tenera età, oltre che per quella degli adulti.

Pietra di cura e di equilibrio, è legata alla stimolazione dell’intuito, al contrasto delle inibizioni e all’armonizzazione delle energie maschile e femminile.

Si ritiene in grado di assorbire su di sé tutte le energie negative che provengono dall’esterno, proteggendo chi la indossa al punto da arrivare a rompersi o addirittura a polverizzarsi al posto della persona “custodita”.

È simbolicamente connessa all’autorealizzazione e alla capacità di modificare ed indirizzare il proprio destino.

Essendo di base una pietra molto porosa, se non stabilizzata e non trattata alla lunga tende ad acquisire una tonalità verdina, a causa della presenza di grandi o piccole quantità di Rame in essa contenute, che a contatto con l’aria ossidano naturalmente, conferendo la tonalità verde-turchese che tutti conoscono.

 

🌿 SIMBOLISMO DELLA PIETRA - CORALLO

Con il nome 'Corallo' si indica comunemente l’esoscheletro calcareo delle colonie di alcuni celenterati facenti parte dell'ordine dei gorgonari, che vivono in acque relativamente calde e non inquinate, a media profondità. La varietà rossa viene costruita dalle colonie della specie “Corallium Rubrum“, che raggiunge una dimensione massima di 30 cm e assume il colore rosso grazie alla presenza di sali di Ferro.

Nell'antica tradizione Ayurvedica il Corallo è conosciuto come Prawal in Sanscrito e Moonga in Hindi. Si tratta di un elemento legato al pianeta Marte, ed il suo impiego nella medicina indiana sottoforma di ossido o pasta è connesso a trattamenti complessi intenzionati a placare disturbi inerenti un eccesso di Pitta, come infiammazioni, ulcere, sovrapproduzione di bile.

La sua particolarità metamorfica e la sua relativa rarità lo hanno reso fin dall'Antichità particolarmente prezioso e ricercato per la realizzazione di monili ed amuleti.

L’Antichità Classica ne fa risalire l'origine mitica dal contatto di alcuni ramoscelli marini con la testa di Medusa, recisa da Perseo con l'aiuto di Atena. In questa osmosi, la proprietà pietrificante dello sguardo del monstrum viene trasferita direttamente nella 'pietra':

 

“L’eroe intanto attinge acqua e si lava le mani vittoriose; poi, perché le rena ruvida non danneggi il capo irto di serpi della figlia di Forco, l’ammorbidisce con le foglie, la copre di ramoscelli acquatici e vi depone la faccia di Medusa. I ramoscelli freschi e ancora vivi ne assorbono nel midollo la forza e a contatto col mostro s’induriscono, assumendo nei bracci e nelle foglie una rigidità mai vista. Le ninfe del mare riprovano con molti altri ramoscelli e si divertono a vedere che il prodigio si ripete; così li fanno moltiplicare gettandone i semi nel mare. Ancor oggi i coralli conservano immutata la proprietà d’indurirsi a contatto dell’aria, per cui ciò che nell’acqua era vimine, spuntandone fuori si pietrifica”.

Traduzione da Ovidio, Metamorfosi, a cura di Mario Ramous, Garzanti, Milano 1995, IV, 740-752.

 

L'area di estrazione più antica per questa 'gemma' è il bacino del Mediterraneo (per lo più il Golfo di Napoli e le zone marine attorno a Sicilia e Sardegna), seguita dalle coste del Giappone.

Si tratta di una 'pietra' molto delicata, sensibilissima al contatto con acidi e corrosivi, e facilmente soggetta a graffi ed incisioni per via della sua struttura porosa e friabile.

Grazie alla sua forma, al suo colore e alla sua misteriosa capacità di indurirsi al contatto con l’aria, nella Roma Antica il Corallo aveva assunto proprietà curative e apotropaiche, specie contro i fulmini e le morti improvvise. Una pratica diffusa era quella di far indossare ai neonati dei pendenti costituiti da piccoli rametti di Corallo; inoltre si somministrava la polvere da essi ricavata come medicinale per la prevenzione e la cura delle crisi epilettiche, degli incubi e dei dolori della dentizione.

 

🌿 DURGĀ

Divinità femminile indiana, nota anche sotto altri nomi: Devī, Umā, Pārvatī, Kālī, ecc. La sua rappresentazione mitologica risulta dalla fusione di diverse divinità più o meno affini, e il suo carattere è oltremodo complesso, oscillando fra il terrore e la benignità, nel che si vuol vedere la sopravvivenza di note distintive di due delle figure mitiche da cui essa risultò formata, l'una di dea del fuoco e l'altra dei monti. I suoi amori con Śiva e la nascita del dio della guerra costituiscono uno dei miti più celebri del suo ciclo. Essa vi figura come Umā o Pārvatī, figlia del Himālaya re dei monti; la quale, conquistato l'amore di Śiva, dà poi alla luce Kumāra, dio della guerra, che nel giorno stesso del suo nascere uccide il demone Tāraka, nemico fino allora indomato degli dei. Altri miti la rappresentano come avversaria terribile e debellatrice invitta degli Asura: tali gesta sono celebrate nel Devīmāhātmya, che è una sezione del Mārkaṇḍeya-Purāṇa e vale come testo sacro per i suoi adoratori. Essa divenne una delle divinità più popolari dell'India, considerata come la çakti, o figurazione femminile della potenza di Śiva [...]

(Fonte: Treccani)

 

Questo amuleto è stato creato per te. Abbine cura, indossalo con gioia e regalati un sorriso.

Amuleto Indo-Mongolo con Durgā ruggente, Turchese, Corallo e Madrepora rossa

€ 154,00Prezzo
  • Tutti gli articoli di questo negozio sono fatti a mano con cura e amore in Italia dai creatori di Papierdoreille.

     

    Prima dell'acquisto considera la possibilità di una leggera differenza di tonalità dell'articolo dall'immagine proposta. Abbiamo cercato di mantenere i colori delle foto quanto più prossimi possibile a quelli reali, ma c'è la possibilità di una resa diversa a seconda dei singoli monitor.

     

    Nel caso in cui il bijou che hai scelto contenga delle gemme, ti ricordiamo che la loro bellezza risiede proprio nella loro unicità, e che ognuna di esse presenta inclusioni e sfumature differenti da un’altra della stessa tipologia, anche se forma e taglio sono gli stessi. Considera quindi la possibilità che la gemma che riceverai a casa possa presentare delle differenze rispetto a quella ritratta in foto. Nel realizzare il bijou, in ogni caso, sceglieremo sempre le gemme da impiegare in modo che corrispondano il più possibile alle immagini di prodotto.  

     

    Non forniamo una certificazione per le nostre gemme, ma esse vengono analizzate periodicamente a campione dal nostro gemmologo di fiducia. Alcune delle gemme che impieghiamo possono aver subito trattamenti di intensificazione del colore o di altro tipo. Nei casi in cui l'analisi gemmologica ne abbia potuto confermare la presenza, ciò è stato specificato all'interno della descrizione del prodotto. 

     

    Tieni a mente che tutti gli articoli contengono parti minute, dunque per questioni di sicurezza qualsiasi uso da parte di bambini deve essere supervisionato da un adulto.

     

    In riferimento alle informazioni sulla simbologia delle pietre, fornite all'interno delle descrizioni dei singoli prodotti, teniamo a sottolineare che non siamo cristalloterapeuti né vogliamo sostituire l'impiego dei cristalli a un approccio terapeutico tradizionale.

    Non crediamo che le pietre siano dotate di poteri magici di per sé: promuoviamo invece e piuttosto un loro uso come da tradizione, più per ciò che simboleggiano o che hanno il potere di evocare che non per un effetto terapeutico in alternativa ad un approccio medico.

    Ognuno di noi appartiene ad una determinata cultura simbolica ed iconografica, che dipende dalla matrice culturale più ampia nella quale si è nati; noi studiamo e ricerchiamo questo aspetto, di cui le pietre e il loro impiego nella storia fanno parte, e ci piace indagare i diversi simbolismi che sono stati associati a determinate varietà gemmologiche in diverse culture, tra le quali ci sono anche la tradizione Ayurvedica indiana e la Cristalloterapia.  

     

    🌿 Ti piacerebbe vedere altri pezzi, pietre e tutte le meraviglie che abbiamo realizzato per incantarti ?

    Torna alla nostra HOME, sicuramente troverai quello che fa per te !

     

    🌿 Vorresti conoscerci meglio e avere più informazioni sul nostro lavoro ?

    Clicca sulla nostra pagina ABOUT.

     

    🌿 Desideri avere il nostro contatto per chiederci alcune info pratiche o per sottoporci un progetto o una personalizzazione su misura ?

    Sei piuttosto interessato ad una collaborazione con noi ?

    Clicca QUI.

     

    Grazie!

    Francesca