Amuleto del Vento - TERRACOTTA

STRUTTURA E METALLI 

Amuleto di viaggio costituito da un prezioso centrale lavorato in lega metallica.

Il medaglione, di provenienza ornamentaria afghano-pakistana, sapientemente restaurato e riportato a nuova vita nell'atelier di Papierdoreille, possiede una struttura circolare apicata, sbalzata e incisa. In origine era una di due fibbie gemelle di cinta decorativa; il lavoro di restauro si è concentrato sulla rimozione della cornice tortile originaria, completamente danneggiata, e sulla realizzazione del nuovo passante a lista in Argento 925. Inoltre, per arricchire la volumetria rispettando la forma dell'oggetto ho fissato una sfera di Ottone realizzata e graffiata a mano. Sono state ripassate le incisioni originarie per poi procedere alla politura, mantenendo una finitura satinata e patinata.

Il pendente è retto da una treccia spessa e morbida in lana lavorata interamente a mano, chiusa da un semplice nodo doppio.

 

COLORE DEI COMPONENTI

Treccia di Lana: Terracotta morbido e intenso

 

DIMENSIONI

Pendente: 70 x 62 mm

Lunghezza totale collana: 70 cm ca, leggermente estensibili.

 

🌿 COLLEZIONE VĀYU

In Sanscrito Vāyu significa letteralmente 'ciò che si muove in tutte le direzioni'. Una parola di origine antichissima, che porta in sé anche il significato di 'soffio' e 'vento' e che è diventata con naturalezza il nome di questa capsule. Se hai voglia di leggerne la storia ti racconto qui di seguito com'è nato questo viaggio fino al Pakistan e ritorno, direttamente sulla traiettoria per l'India.

 

Non molto tempo fa ho avuto l'occasione di incrociare sul mio percorso un esportatore di artigianato afghano-pakistano, che oltre a diversi prodotti finiti possedeva anche un piccolo stock di elementi di ornamentazione tradizionale in lega.

Erano tutti pezzi in condizioni frammentarie, completamente impolverati, recanti differenti segni di manipolazione e usura, e possedevano però su tutte le altre una caratteristica che tra le mie mani è diventata immediatamente un tesoro prezioso da studiare e conservare: la patina del tempo.

 

Li ho esaminati per delle ore, quel pomeriggio, gli elementi che il mio amico offriva, uno ad uno, con cura ed attenzione, iniziando subito ad immaginarne la potenziale trasformazione attraverso le lenti rosa del sincretismo estetico: si trattava di piccoli pendenti, strutture singole di orecchini, parti di fibule da cintura, campanelli di cimbali spaiati, componenti staccati da bratteati, strutture inscatolate o semplici laminette sbalzate lavorate a granulazione o a incisione e in alcuni casi incrostate con smalti vitrei a fuoco.

Chi mi conosce come artigiana sa quanto i concetti di evocazione, di viaggio e di connessione tra culture lontane siano pervasivi e pregnanti nel mio lavoro, nelle mie creazioni e nel mio immaginario, e come la nozione e la manifestazione dei processi temporali, ossidativi e metamorfici siano delle vere e proprie ossessioni sperimentatorie per me. 

 

Quel giorno sono tornata in laboratorio con le dita sporche di polvere e ossido e un sacchetto pieno di componenti e di idee. Ho iniziato subito il processo di pulitura e sgrossatura, attraverso la disossidazione superficiale in soluzione acida e la rimozione di eventuali lacerti di paste vitree ormai opache o incrinate, di vecchie colle, di materiale decorativo rovinato o abraso e di piccoli campioni di tessuto rimasto intorno ai passanti dei singoli pezzi. Tessuto -si- perché nelle tradizioni ornamentarie centro e sud asiatiche l'associazione del metallo alle fibre tessili, sia di origine vegetale (cotone, lino) che animale (seta, lana) è fin dall'antichità una pratica largamente diffusa, che permette di scaldare la preziosità dell'elemento di base e delle lavorazioni con le potenzialità cromatiche dei filati.

 

Da questa prima fase di pulitura e di iniziale ‘presa di conoscenza’ con la materia, i passaggi successivi sono stati articolati e complessi, e il principio vedico di Vāyu si è incarnato nella mia pratica artigiana stessa, che si è mossa incessantemente in tutte le direzioni.

 

A una prima considerazione di approccio potrebbe sembrare che partire dall’esistente sia opus più semplice, ma la grande difficoltà del creare una collezione vera lavorando su materiale già vivo -e quindi già dotato di storia immaginativa, di anima e di vissuto- sta nell'infondere il soffio decisivo, vitale e armonico all'insieme tutto.

Nella mia ricerca di animus ho impiegato parecchie giornate di lavoro e parecchie notti insonni per scovare nei pezzi -e in me che li portavo nuovamente alla luce del giorno- un’identità che non è stato immediato integrare al gusto e all’estetica già presenti e ‘informanti’ la proposta e le collezioni di Papierdoreille.

 

Annusata la direzione che la materia chiedeva, non ho potuto poi far altro che procedere a piccoli passi verso la sedimentazione di quest'armonia, senza imporre la mia mano e la mia individualità di creatrice ma accogliendo e non forzando le caratteristiche e le necessità di ogni singolo pezzo.

Così, sono partita qui con una carteggiata, lì con la creazione di una texture graffiata dove prima il metallo era liscio, qui con una passata di fresa, lì con la rimozione di una cornice tortile per applicare un passante più funzionale alla struttura, qui con l'eliminazione di un campanellino per recuperarlo ed appenderlo altrove, lì ancora con la creazione di una nuova superficie in Ottone battuto e modellato a mano, qui con l'inserimento di un cristallo per dare luce, lì con la rimozione di una pasta vitrea per creare un'ombra che potesse evidenziare e mettere meglio in valore il volume della lavorazione.

Ho ripassato incisioni, graffiato, lisciato, satinato, saldato, dissaldato, rimosso, applicato, abraso, martellato, lucidato, patinato per giorni, in un’esperienza creativa ogni volta diversa che non ha fatto altro che enfatizzare l’unicità di una manciata di elementi che sono preziosi non tanto per la materia che li compone, quanto per l’ampia stratificazione di pratiche artigiane che li connota.

Ogni pezzo porta così in sé l’energia di chi lo ha immaginato, realizzato, indossato, dimenticato, di chi lo ha ritrovato e lo ha considerato in mezzo a una massa informe di metallo abbandonato, di chi lo ha portato a me attraverso un lungo viaggio, di me che l’ho salvato, recuperato e trasformato. 

 

Questi gioielli sono unici per davvero, ed ognuno di essi rappresenta una storia di connessione: tutto per arrivare tra le tue mani.

E per finire, a questo racconto il tocco magico lo ha dato una materia che al metallo si contrappone in maniera quasi diametrica, e che assume qui una preziosità tutta sua: il filato, in lana o ciniglia, alla lavorazione del quale ho dedicato lunghe meditazioni e il cuore del mio inverno. Trecce sottili, trecce corpose, trecce grondanti di colore: punto dopo punto, ognuna diversa, ognuna con delle caratteristiche particolari e potenti, ognuna con una flessibilità tutta sua, con una morbidezza altra e unica. Ognuna con un grosso nodo, in chiusura: texture spesse e materiche per conferire concretezza a questi preziosi amuleti d’Oriente.

Non poteva esserci una materia più adatta: un filo di colore diverso per ogni pendente, per ogni presenza, per ogni suono prodotto dai tanti campanellini che costellano la collezione, mossi dal vento della storia che li ha portati fino a te.

 

Ecco perché Vāyu: come il vento che soffia inquieto sulla polvere del tempo, disvelando meraviglia.

Amuleto del Vento - TERRACOTTA

€ 74,00Prezzo
  • Tutti gli articoli di questo negozio sono fatti a mano con cura e amore in Italia dai creatori di Papierdoreille.

     

    Prima dell'acquisto considera la possibilità di una leggera differenza di tonalità dell'articolo dall'immagine proposta. Abbiamo cercato di mantenere i colori delle foto quanto più prossimi possibile a quelli reali, ma c'è la possibilità di una resa diversa a seconda dei singoli monitor.

     

    Nel caso in cui il bijou che hai scelto contenga delle gemme, ti ricordiamo che la loro bellezza risiede proprio nella loro unicità, e che ognuna di esse presenta inclusioni e sfumature differenti da un’altra della stessa tipologia, anche se forma e taglio sono gli stessi. Considera quindi la possibilità che la gemma che riceverai a casa possa presentare delle differenze rispetto a quella ritratta in foto. Nel realizzare il bijou, in ogni caso, sceglieremo sempre le gemme da impiegare in modo che corrispondano il più possibile alle immagini di prodotto.  

     

    Non forniamo una certificazione per le nostre gemme, ma esse vengono analizzate periodicamente a campione dal nostro gemmologo di fiducia. Alcune delle gemme che impieghiamo possono aver subito trattamenti di intensificazione del colore o di altro tipo. Nei casi in cui l'analisi gemmologica ne abbia potuto confermare la presenza, ciò è stato specificato all'interno della descrizione del prodotto. 

     

    Tieni a mente che tutti gli articoli contengono parti minute, dunque per questioni di sicurezza qualsiasi uso da parte di bambini deve essere supervisionato da un adulto.

     

    In riferimento alle informazioni sulla simbologia delle pietre, fornite all'interno delle descrizioni dei singoli prodotti, teniamo a sottolineare che non siamo cristalloterapeuti né vogliamo sostituire l'impiego dei cristalli a un approccio terapeutico tradizionale.

    Non crediamo che le pietre siano dotate di poteri magici di per sé: promuoviamo invece e piuttosto un loro uso come da tradizione, più per ciò che simboleggiano o che hanno il potere di evocare che non per un effetto terapeutico in alternativa ad un approccio medico.

    Ognuno di noi appartiene ad una determinata cultura simbolica ed iconografica, che dipende dalla matrice culturale più ampia nella quale si è nati; noi studiamo e ricerchiamo questo aspetto, di cui le pietre e il loro impiego nella storia fanno parte, e ci piace indagare i diversi simbolismi che sono stati associati a determinate varietà gemmologiche in diverse culture, tra le quali ci sono anche la tradizione Ayurvedica indiana e la Cristalloterapia.  

     

    🌿 Ti piacerebbe vedere altri pezzi, pietre e tutte le meraviglie che abbiamo realizzato per incantarti ?

    Torna alla nostra HOME, sicuramente troverai quello che fa per te !

     

    🌿 Vorresti conoscerci meglio e avere più informazioni sul nostro lavoro ?

    Clicca sulla nostra pagina ABOUT.

     

    🌿 Desideri avere il nostro contatto per chiederci alcune info pratiche o per sottoporci un progetto o una personalizzazione su misura ?

    Sei piuttosto interessato ad una collaborazione con noi ?

    Clicca QUI.

     

    Grazie!

    Francesca